Il ritorno del vintage: cassette e vinile

Esattamente come sta succedendo nel mondo della telefonia con la Nokia, che ha riportato in vita il 3310 storico cellulare anni 90, di cui ancora oggi si parlano della gesta per la durezza e la durata del prodotto., anche la musica si sta allineando a questa tendenza facendo rinascere vecchi supporti.

Oramai tutta la musica passa attraverso YouTube e Spotify e Apple Music

per questo anche gli artisti di fama internazionale decidono di pubblicare e fare uscire in anteprima le proprie le canzoni su queste piattaforme online, che hanno preso lo spazio lasciato dagli MP3. Una volta per ascoltare il cantante preferito o meglio ancora la canzone del momento, si aspettavano le compilation dedicata, in Italia ad esempio vi era Festivalbar che durante l’estate oltre ad essere presente su tutto il territorio con dei concerti ed ospiti internazionale, sfornava due compilation contenti le maggiori hit del momento.

Questo ritorno alle origine infatti, ha fatto salire ancora una volta alla ribalta il vinile che prima è stato sovrastato dai CD e i vari lettori portatili, poi dagli MP3 che con poco spazio si poteva avere migliaia di canzoni nel proprio lettore ed infine allo streaming, che ha permesso di portare dietro playlist aggiornate, radio e tutto quello che riguarda la musica, permettendo l’accesso semplicemente attraverso un dispositivo connesso a internet, streammando le varie canzoni.

Le nuove Generazioni Z e Millenials sono molto interessati ad acquistare questo genere di prodotto

, perché cresciuti nell’era del digitale dove tutto è accessibile con un click, risulta essere molto attrattivo quel mondo di ricercatezza e unicità che accompagna questi supporti vintage.

Infatti sia per quanto riguarda la mera registrazione della musica ma anche dei supporti, come i lettori di vinili e cassette, hanno dovuto riapprocciare la produzione in chiave moderna di questi lettori.

Insomma mai come oggi, vintage è moda!